Trekking sicuro

Raggiungere una meta è un’esperienza emotiva di rara intensità, sopratutto se per raggiungerla hai dedicato sacrificio. Comunque sia, anche il percorso per raggiungere la meta riserva emozioni non meno preziose, anche se di minore intensità. Quindi anche il percorso non vale meno della meta, perché ovunque all’occhio la montagna regala qualche prezioso ed arcano scenario.
E’ sempre utile, quindi, riassumere in un decalogo il significato concreto di questo rispetto:

  1. Rispetta l’ambiente: evita assolutamente di abbandonare rifiuti, di prelevare esemplari di specie protette, di porre in atto comportamenti che potrebbero provocare gravi danni (soprattutto incendi), di lasciare scritte inutili, di danneggiare cartelli e, più in generale, di compiere atti di vandalismo che, se sono sempre odiosi, in montagna lo sono in misura ancora maggiore.
  2. Rispetta gli animali: non spaventarli, non toccare i cuccioli che dovessi incontrare (i genitori potrebbero non riconoscerli più), tieni al guinzaglio i cani che ti accompagnano, soprattutto in prossimità dei pascoli.
  3. Rispetta le persone che ti accompagnano: l’escursione non è una corsa contro il tempo ed una particolare attenzione va riservata a coloro che possono incontrare maggiori difficoltà fisiche. Se affronti passaggi difficili, comportati con la massima prudenza, per evitare di provocare danni agli altri (in particolare, presta attenzione ai sassi mobili e, se ne fai precipitare qualcuno, avverti subito gridando chi potrebbe trovarsi sulla sua traiettoria). Cura la tua preparazione fisica e tecnica, per evitare di procurare agli altri inutili preoccupazioni, disagi e rischi.
  4. Rispetta le persone che incontri: è sempre buona norma salutarle, perché qui nessuno è un estraneo; se ti vengono chieste informazioni, offrile in modo preciso ed oggettivo, evitando di minimizzare rischi ed impegno connessi con percorsi che conosci o di spacciare come sicure indicazioni di cui non sei certo.
  5. Rispetta il lavoro di chi vive in montagna: in particolare, rispetta i pascoli, camminando accuratamente entro le tracce di sentiero che li attraversano.
  6. Rispetta la tranquillità dei luoghi, evitando di produrre rumori inutili e schiamazzi inopportuni (che potrebbero anche provocare inutili allarmi, o coprire le grida di chi si trova in difficoltà o pericolo).
  7. Rispetta te stesso e chi lavora per la tua sicurezza, verificando accuratamente il tuo stato di salute, assumendo tutte le informazioni sulle condizioni meteorologiche ed ambientali e curando con il massimo scrupolo l’equipaggiamento e l’abbigliamento prima di intraprendere un’escursione; informati accuratamente sulle caratteristiche del percorso che intendi intraprendere e sui pericoli connessi; evita, infine, percorsi di livello superiore ai tuoi limiti tecnici e fisici, per non esporre ad inutili rischi te stesso e chi dovrebbe soccorrerti in caso di necessità.
  8. Rispetta le persone che lasci a casa e quelle che potrebbero venire alla tua ricerca, lasciando informazioni accurate sul percorso che effettuerai, anche nei rifugi per i quali passi.
  9. Rispetta la funzione e le norme dei rifugi in cui ti fermi, leggendo con attenzione il relativo regolamento.
  10. Rispetta bivacchi e rifugi incustoditi, evitando di danneggiarne la struttura o la dotazione e lasciando qualche genere di conforto che potrebbe essere utile a chi li utilizzerà dopo di te.

In caso di incidente

Per attivare il soccorso bisogna comporre il numero unico d’emergenza 112 e comunicare una serie di informazioni. E’ fondamentale comunicare all’operatore del soccorso quanto segue:

  • Da dove si sta chiamando
  • Il numero di telefono da dove si sta chiamando (il telefono non deve mai essere abbandonato e tenuto libero per permettere all’operatore di richiamare)
  • Dare l’esatta località dove è ubicata l’area da cui si sta chiamando
  • La propria posizione se si è in possesso di un altimetro o GPS
  • Indicazioni di cosa è visibile dall’alto (rifugi, bivacchi, pendio, bosco, cime, linee elettriche)
  • Condizioni meteo
  • Cosa è successo
  • Quando è successo
  • Quante persone sono state coinvolte nell’incidente
  • Le proprie generalità
  • Le condizioni evidenti delle persone coinvolte
  • La posizione del ferito

elicottero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline