Sulle tracce della ferrovia Thiene – Piovene – Asiago

Come menzionato nell’articolo “La vecchia ferrovia Piovene Rocchette – Asiago” fino al 1958 esisteva una ferrovia molto curiosa e interessante dato che aveva una cremagliera che permetteva al treno di fare la salita che porta in Asiago.

Oggigiorno è funzionante la ferrovia Vicenza – Schio, la quale ferma anche alla stazione di Thiene. Fino al 1958 sia da Schio sia da Thiene c’erano altre due linee ferrate che portavano entrambi a Piovene Rocchette per poi proseguire o verso Arsiero o verso Asiago.

Che tracce rimangono oggi di queste ferrovie?

Tratta Thiene – Piovene Rocchette

pn15_098
Sbarra di un passaggio a livello a Thiene – Via Liguria

La ferrovia usciva dalla stazione di Thiene in direzione Schio, e dopo un centinaio di metri si separava da quella attuale tenendo la destra, percorreva quelle che oggi è la via Monsignor Antonio Zannoni e via Istria, passava dove oggi sono sorte delle costruzioni fra via Lombardia e via Liguria per poi percorrere lungo il tratto finale di via Liguria. Nella curva a gomito di via Liguria si può notare ancora oggi un sbarra del vecchio passaggio a livello.

pn15_100

Curva di inserimento a Thiene della linea ferrata su via del Costo
Curva di inserimento a Thiene della linea ferrata su via del Costo
pn15_101
Via del Costo – via San Lorenzo – via Fondovilla che da Thiene porta a Carrè

La linea ferrata poi costeggiava il ruscello oggi esistente facendo quella curva sulla destra e immettendosi in un lungo rettilineo fino a incrociarsi con via del Costo con una curva verso sinistra, per poi correre lungo la strada fino a Carrè, infatti come si può notare la strada che porta a Carrè è molto larga.

pn15_103
Carrè – Via Monte Cengio
pn15_102
Carrè – Via Monte Cengio

 

Arrivati a Carrè la ferrovia la ferrovia si spostava nell’attuale via Monte Cengio e via Monte Novegno per poi proseguire nell’attuale Giacomo Matteotti.

Chiuppano - Via del Casello - Casello ferroviario tutt'ora in piedi
Chiuppano – Via del Casello – Casello ferroviario tutt’ora in piedi

Interessante poi quello che troviamo a Chiuppano, che mantiene in vita questa ferrovia storica, in quanto a Chiuppano nei pressi della Zuccato troviamo, 100 metri oltre la fine di via Matteotti, via del Casello, dove oggi giorno è esistente un vecchio casello restaurato, oltre alla stazione tutt’oggi esistente alle spalle della ditta Zuccato.

Chiuppano - Via Roma - Stazione ferroviaria della vecchia ferrovia Thiene - Piovene Rocchette
Chiuppano – Via Roma – Stazione ferroviaria della vecchia ferrovia Thiene – Piovene Rocchette

pn15_107La ferrovia partendo dalla stazione di Chiuppano proseguiva in via della Pace per poi inserirsi nel rettifilo finale con il curvone in leggera salita di via Caltrano, proseguento in via Monte Verena e quartiere Generale Della Chiesa arrivando così all’allora stazione dei treni di Piovene Rocchette, oggi piazzale per le corriere. Qui vi erano una serie di stabili che Oggi si possono ancora riconoscere quelli restaurati che appartenevano alle ferrovie, tra cui gli alloggi per i ferrovieri, il deposito di carbone, lo stabile per le carrozze, la piana girevole per i treni e così via.

Tratta Piovene Rocchette – Asiago

pn15_109aUscendo dalla stazione di Piovene la ferrovia proseguiva dritta (sotto il nuovo stabile di Lane Rossi) per un centinaio di metri per poi dividersi. A sinistra rimaneva la ferrovia verso Arsiero (si può notare una galleria oltre strada) e a destra con una curva la ferrovia che proseguiva verso Asiago, passando sotto la montagna in una galleria che sbucava nel ponte di ferro ora inesistente sull’Astico, dove comunque è visibile mezzo ponte in calcestruzzo tutt’ora in piedi. Uscendo dal ponte proseguiva nell’attuale campagna (visibile in quando è una strada fra arbusti facendo una lunga curva a destra, uscendo sull’attuale strada statale e immettendosi a sinistra nell’attuale via Valle.

pn15_111
Vecchia stazione dei treni di Cogollo del Cengio in fase di restauro

Verso la fine dell’attuale via Valle curvava a destra immettendosi in via Sengiotti. Qui oggi potete vedere l’antica Stazione di Cogollo del Cengio in fase i restauro.

Salita da dove iniziava la cremagliera
Salita da dove iniziava la cremagliera

pn15_112b

Da questa stazione iniziava la cremagliera che la portava lungo un salita che oggi non si riesce percorrere il pezzo iniziale in quanto è proprietà privata.

Se ti è piaciuto quest’articolo condividilo o commentalo. Grazie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline