Lievito madre fatto in casa

Se sei interessato ad avere una procedura semplice per avere un buon lievito madre, puoi provare a fare quanto trovi sotto descritto.

Prendi una mela ben lavata e tagliala a pezzettini con tutta la buccia; mettila poi in un contenitore alto e non troppo largo e lasciala così, fuori dal frigo, per 3-4 giorni.

Trascorso questo tempo, il frutto inizierà a diventare marroncino, a far fuoriuscire l’acqua e a emettere un odore particolarmente acidulo; a questo punto ricopri la mela con una manciata di farina e lasciala così per qualche altro giorno.

Quando gli acidi della mela avranno “mangiato” tutta la farina, aggiungi un’altra manciata e ripeti questa operazione per circa 7-8 giorni, aggiungendo altra farina solo dopo che la mela ha assorbito tutta quella che avete messo precedentemente.
Quando la polpa (ormai marcita) del frutto e la farina avranno formato un composto quasi omogeneo, aggiungi circa 50 g di acqua e 100 g di farina, impasta bene per qualche minuto – fino ad ottenere una pasta omogenea – e lascia riposare ancora per qualche giorno (in un posto tiepido e lontano da correnti d’aria), in modo che i batteri continuino a rielaborare il composto di acqua e farina.

Trascorso qualche giorno, aggiungi all’impasto altri 50 g di acqua e 100 g di farina, impasta bene e ricopri il tutto.

Da questo momento in poi – per circa due mesi – dovrai “rinfrescare” il lievito tutti i giorni; questa operazione è molto semplice ma allo stesso tempo importantissima e molto delicata: una dimenticanza potrebbe essere fatale per il tuo lievito.

Ogni giorno, aggiungi un po’ di acqua e il doppio della farina, poi impasta il tutto e rimetti il lievito nel suo contenitore. Se fa molto caldo puoi conservarlo anche in frigo.

Trascorsi i due mesi, il tuo lievito naturale è finalmente pronto per l’uso.
Se vuoi fare il pane, pesa  250 g di lievito, uniscilo a 500 g di farina e 250 g di acqua, un pizzico di zucchero, un filo d’olio e impasta con le mani per distribuire e mescolare bene tutti gli ingredienti. Poi aggiungi due prese di sale e impastate nuovamente.
Metti il tutto in una ciotola oliata e lasciate lievitare per almeno 3 ore.

Trascorso questo tempo, riprendi l’impasto, sgonfialo, rilavoralo per qualche minuto e poi dagli la forma che preferisci, ad esempio un filoncino. Adagialo su una teglia foderata con carta da forno e fallo cuocere per circa 40 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi. Dopo averlo sfornato e lasciato sfreddare … buon appetito.

Fonte www.greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline