Fai da te – Come avere cura del prato

Ancora qualche giorno ed è arrivata la primavera (perlomeno nel calendario), e dobbiamo avere cura del nostro bel tappeto verde fuori di casa così da avere sempre una bella soddisfazione ogni giorno quando rientriamo dal lavoro. Sicuramente sarai felice di vedere il tuo prato colto, privo di erbacce e vigoroso.

Cosa devi fare per poter avere questi risultati?

pn15_064Innaffiare

  • Se il tuo terreno è sabbioso necessita di essere annaffiato anche due volte la settimana, altrimenti una volta alla settimana abbondantemente.
  • Sarebbe buona norma innaffiate il prato o la mattina presto o la sera tardi, non nelle ore calde, le piante ne soffrirebbero tanto.
  • Se hai fatto un nuovo impianti di prato la superficie nelle prime 4 settimane deve essere tenuta costantemente umida, affinché la semina possa aprirsi completamente e in maniera uniforme.

pn15_065Arieggiare

L’arieggiamento varia in base al tipo di suolo. Alcuni tipi di suolo richiedono arieggiamenti più frequenti. I suoli argillosi si compattano facilmente e andrebbero arieggiati almeno una volta all’anno. I suoli sabbiosi possono essere arieggiati anche ad anni alterni. In climi aridi, eseguire l’arieggiamento due volte all’anno aiuta l’erba a crescere sana e rigogliosa. Se passate sul prato con un’automobile o vi parcheggiate sopra, arieggia ogni anno.

Esegui l’arieggiamento prima di fertilizzare o riseminare il prato; creerai spazio per far penetrare gli elementi nutritivi e i semi. Diserba prima di arieggiare, poichè arieggiando stimolerai la germinazione di semi o il germogliamento di porzioni radicali di erbe infestanti.

  • Attendi almeno un anno prima di arieggiare un prato nuovo, per permettere all’erba di stabilizzarsi.
  • Arieggia quando il suolo è umido, ma non troppo bagnato. Le lame dell’arieggiatore penetrano più facilmente in un terreno umido, ma se il terreno è troppo bagnato, le lame fanno fatica ad andare in profondità. Per determinare il giusto grado di umidità, il prato dovrebbe assorbire circa 2 cm di acqua, data per irrigazione o scesa come pioggia, prima di arieggiare. Questo potrebbe voler dire dover irrigare il prato per un’ora il giorno prima di arieggiare o, nel caso di terreni molto duri, irrigare più giorni, per poco tempo, prima di arieggiare.
  • Evitate di arieggiare quando fa troppo caldo e c’è siccità; sarebbe uno stress ulteriore per il prato.
  • Utilizza un buon arieggiatore scarificatore. Se il prato non è tanto grande valuta se acquistarne uno elettrico. Su amazon ne trovi tra i 100€ ed i 200€, come quello che ti segalo su questo link.

pn15_066Fertilizzare

  • Formula del successo: solo su un terreno sano possono crescere piante sane.
  • Particolarmente importante è la fertilizzazione autunnale in ottobre/novembre. Questa crea le basi affinché il prato sia verde e forte per l’inverno e garantisce una crescita sana e veloce nella primavera successiva. Con un fertilizzante organico valido non dovrai temere perdite di sostanze nutritive nei periodi freddi e umidi.

pn15_067Tagliare

  • Tagliare spesso il prato lo fa diventare sempre più folto.
  • Il primo taglio dopo una nuova semina non dovrebbe essere più corto di 8 – 12 cm e fatto con una lama appuntita per evitare di strappare via le piante non ancora ben fissate nel terreno.
  • In seguito un’altezza di taglio di 4 – 6 cm.
  • È importante accorciare il filo d’erba sempre solo di un terzo dell’intera lunghezza. Nei caldi giorni d’estate è consigliabile tagliare lasciando comunque una lunghezza di un palmo.
  • Per una cura ottimale del prato è importante tagliarlo sempre con lame affilate.

Rigenerazione del prato con muschio ed erbacce

Dovrebbe avvenire preferibilmente in primavera o inizio autunno:

  1. Tagliare di poco il prato (ca. 3 cm)
  2. Arieggiare (in lunghezza e in diagonale)
  3. Applicare la semina integrativa per chiudere eventuali fori
  4. Applicare l’attivatore del suolo Oscorna (100 – 200 g/m2)
  5. Applicare il fertilizzante per prato Rasaflor Oscorna (50 g/m2)
  6. Innaffiare abbondantemente la superficie del prato

Se continuerai a curare il prato nella maniera giusta e a concimare almeno 3 volte l’anno potrete godere in tempi brevi di un prato estremamente forte e verde.

Se quest’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, commentalo o condividilo, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline