Consigli e Suggerimenti per il pattinaggio su ghiaccio

Share

Qualche Consiglio per chi si avvicina al Pattinaggio su Ghiaccio

Il pattinaggio su ghiaccio è ormai divenuta la più famosa moda invernale del mondo. E chi non ha mai sognato di muoversi elegantemente scivolando su di una pista completamente bianca; oppure di sfrecciare a grande velocità sfruttando solo la forza delle proprie gambe come se stesse volando? Bene, i sogni spesso possono diventare realtà, ma questo desiderio è veramente il più facile e divertente da realizzare. Ormai infatti ogni città è provvista di un palazzetto del ghiaccio: una struttura al coperto dove poter pattinare su ghiaccio artificiale, mantenuto grazie ad un efficientissimo sistema di raffreddamento. Oppure, addirittura, molte città, nei periodi più freddi, dispongono di piste di pattinaggio all’aperto, allestite solitamente nelle piazze. E, se si fa caso a questi luoghi, nei fine settimana invernali sono sempre super affollati. Questo perché il pattinaggio è uno sport adatto proprio a tutti. Allora perché non passare una bella domenica pomeriggio con la famiglia e gli amici, scorrazzando su una pista ghiacciata?
Per chi si inoltra nel mondo del pattinaggio su ghiaccio per la prima volta però, possono essere utili alcuni consigli e dei piccoli accorgimenti. Tutti espedienti per facilitare l’incontro con questa disciplina anche a chi, come molti, vi si trovano davanti per la prima volta. Certo, non si possono evitare cadute e scivoloni, ma, in fondo, la prospettiva di tornare a casa con qualche livido qua e là può rivelarsi sorprendentemente divertente.

pn14_110Iniziamo dunque consigliando la scelta dei pattini più adatti. Se si desidera accostarsi al pattinaggio in modo piuttosto serio o semplicemente si desidera arrivare al palazzotto già forniti di tutto punto, bisogna tenere a mente che, sostanzialmente, le tipologie di pattini si dividono in due: la scarpa da velocità e gli stivaletti per il pattinaggio artistico. Si dovrà scegliere la tipologia più adatta alle nostre intenzioni ed alle nostre necessità.
La scarpa per la velocità non sostiene la caviglia ed ha una lama molto più lunga per assicurare maggiore energia nella spinta, ma purtroppo rende difficile cambiare direzione o soltanto girarsi.
Lo stivaletto da pattinaggio artistico invece possono variare molto, anche nei prezzi, a seconda dei materiali, dell’altezza del tacco, della qualità e della rigidità dei supporti e così via. In linea di massima però possiamo dire che lo stivaletto d’artistico sostiene la caviglia grazie a dei supporti rigidi che aiutano nei momenti di maggior sforzo, e che la lama sia molto più corta rispetto alla scarpa da velocità per poter agevolare maggiormente i movimenti e per evitare eventuali urti posteriori. La lama è solitamente convessa per ridurre la superficie della lama a contatto con il ghiaccio e, di conseguenza, anche l’attrito. In fine, negli stivaletti, la lama presenta una seghettatura della parte più anteriore. Se sono le prime volte che andate che pattinate sul ghiaccio, evitate assolutamente di usarla pensando i poter frenare! La seghettatura infatti serve, nel pattinaggio artistico, per il salto. Funziona pressappoco così: bloccando improvvisamente il pattino, mentre si va ad alta velocità e con una leggera spinta, il pattinatore è facilmente in grado di spiccare un salto degno di nota.
Ricordiamoci poi che la lama va spesso affilata perché l’uso del pattino tende a ridurne il filo aumentando così l’attrito. Questa è un’operazione delicata che deve sempre essere effettuata da mani esperte.
In ogni caso, se la nostra intenzione non è quella di diventare dei campioni ma, più semplicemente di passare un pomeriggio diverso e salutare con gli amici o la famiglia, ogni palazzetto mette a disposizione i propri pattini a noleggio.

Un accorgimento per tutti e caldamente raccomandato è l’uso dei guanti. Ricordiamo che quelle dei pattini sono delle lame a tutti gli effetti, quindi in grado di tagliare e ferire. Dei guanti un po’ spessi dunque possono salvarci da spiacevoli incidenti. Se proprio non abbiamo guanti adatti, li dimentichiamo o semplicemente non vogliamo usarli, ricordiamoci di raccogliere le mani al petto non appena cadiamo a terra e cerchiamo poi di rialzarci il prima possibile.

Per le persone alla prima esperienza sul ghiaccio i modi per iniziare sono due: farsi aiutare da un amico con un po’ più di esperienza, magari pattinandogli affianco; oppure, rimanendo aggrappati alla barriera a bordo campo, compiere qualche giro facendo dei piccoli passi per prendere confidenza con il ghiaccio e con i pattino. Una volta che ci si sente più sicuri si potrà finalmente unirsi al gruppo e sfrecciare spensierati avanti e indietro.

Per il freddo poi, essendo il pattinaggio uno sport impegnativo, portiamoci sempre dietro un termos con una bevanda calda e magari anche energetica come la cioccolata. Anche delle barrette energetiche possono essere utili nei momenti di fame.

Un altro utile consiglio è quello di fare un po’ di stretching, all’inizio e alla fine della nostra pattinata: i muscoli usati per pattinare sono solitamente poco usati durante la vita quotidiana e quindi poco abituati al lavoro. Per evitare dolori vari, piuttosto fastidiosi, è quindi consigliabile allungare i muscoli con qualche semplice esercizio.

Un ultimo, ma essenziale suggerimento, è quello di proteggersi in modo adeguato, dal momento che le cadute sono all’ordine del giorno e non è mai piacevole sfregare le ginocchia sul ghiaccio! Un bel paio di ginocchiere, magari abbinate a protezioni per i delicati gomiti alla moda, possono salvarci in caso di rovinose cadute che vengono salutate con un sorriso purchè non ci costringano poi a letto con la gamba immobilizzata!

Per la stessa ragione ricordiamo ancora una volta d’indossare i guanti che fungono da barriera verso il freddo ed ammortizzano le cadute proteggendo le delicate dita delle mani. Con un simile equipaggiamento possiamo affrontare nel modo migliore la pista ghiacciata, divertendoci per ore a pattinare con i nostri amici senza il timore degli effetti delle inevitabili cadute.

Fonte http://pattinaggiosughiaccio.com

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline