Casatschok – Il mitico ballo russo

Share

Tanti chiedono “Come si chiama quel ballo che fanno i russi?”…. eccolo qui il casatschok

Volete sgranchirvi le gambe e le ginocchia? Ballate assieme a qualche vostro amico russo il Casatschok, anche chiamata “La danza dei cosacchi”; infatti si fa un pliè profondo, quasi grand pliè e poi si ritorna in piedi con un piccolo saltello, i talloni puntati a terra e le ginocchia tesissime! Per ballare il Casatschok devi avere degli addominali mostruosi e così devono essere i polpacci, molto ma molto forti!
Casatschok è una canzone italiana scritta sulla melodia di Katjuša di Matvei Blanter. Fu presentata per la prima volta al Cantagiro 1969, interpretata dall’allora ventitreenne Dori Ghezzi, testi italiani di D.A. Ciotti e Giancarlo Guardabassi.
Il termine Casatschok, che nel testo si riferisce al nome di un “piccolo cosacco”, è in realtà una traslitterazione libera del termine Kazačok (pronuncia casaciok, in cirillico Казачок), che si riferisce ai cosacchi. Spesso il titolo della canzone viene erroneamente trascritto e conosciuto come Casaciok e talvolta anche Casaciò.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline