5 errori da evitare quando si corre

Ecco 5 errori comuni da evitare quando si esce per correre.

1. Accontentarsi
Uno sbaglio comune fra molti runner che vogliono ottenere risultati o recuperare in fretta è quello di volere tutto e volerlo subito; il risultato? Ritrovarsi a fare troppi chilometri a un ritmo troppo elevato. Se poi si arriva da un periodo di inattività è meglio procedere per gradi, stabilendo l’incremento chilometrico settimanale pari a una percentuale del 10%.

2. Essere Highlander
Anche se sei un esperto runner, hai il curriculum olimpico, devi sempre ascoltare il corpo. Non sentirti in dovere di proseguire quando avverti un principio di dolore. Il corpo ha bisogno di un po’ di riposo, concediglielo.

3. Braccia incontrollate
Alcuni runner agitano in modo scomposto le braccia. Facendo così rendendo la respirazione più difficoltosa. La giusta tecnica prevede un’oscillazione controllata degli arti superiori, a 90°, con i gomiti lungo i fianchi e le mani che quasi accarezzano l’anca.

4. Non controllare le gambe
In discesa la tendenza è quella di lasciare andare il corpo, scoordinando il corpo e la falcata. Tendini e legamenti ne posso risentire molto. Meglio evitare lunghe falcate, in modo da alleviare l’effetto martello sulle gambe.

5. Disidratazione
Cosa mai da sottovalutare è BERE. Oltre a dare un senso di malessere, espone più facilmente a lesioni muscolari. E’ buona norma bere almeno mezzo litro d’acqua un’ora prima di mettersi in marcia, mantenersi idratati durante l’attività e fare di nuovo il pieno quando si ha finito. Ovviamente l’acqua o integratori salini rimane la miglior cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Inline
Inline